Unione Docenti Immobilizzati Ante L 107. Piano di rientro con precedenza assoluta e in base all’anzianità di ruolo. Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comitato Unione Docenti Immobilizzati Ante Legge 107 – Qualunque dubbio sia mai esistito, è stato ormai dissipato.

Tutta la problematica, concernente il sistema artificioso e farlocco dell’algoritmo, è stata rimandata, infatti, nelle aule dei tribunali con successo. È certo dunque che, dopo analisi ben dettagliate, la mobilità straordinaria del 2016, risulta essere completamente errata.

La questione, con tutta la sua drammaticità, riguarda tutti i docenti interessati ma, nella fattispecie, noi immessi in ruolo da un decennio. Molte unità sono rimaste al nord, altre in regioni vicine ma oltre stretto. Tutti, nessuno escluso, con il peso sulle spalle, di un dramma insostenibile e disumano, sia da un punto di vista economico quanto affettivo e psicologico.

Sappiamo per certo di trovarci in sedi dove non avremmo dovuto essere a causa di una politica inefficace e di sistemi operativi inappropriati. Intanto attendiamo che, per moltissimi degli Ante legge, la giurisprudenza emetta sentenze favorevoli con annesso risarcimento economico. Attendiamo, altresì, condizioni che soddisfino l’esigenza dettata da un piano di rientro con precedenza assoluta, attraverso un canale preferenziale e in base all’anzianità di ruolo. Si ricordi che la legge Gelmini sancì l’obbligatorietà del fermo quinquennale senza nessuna possibilità di trasferimento.

Versione stampabile
anief
soloformazione