Un’altra estate trascorsa dagli insegnanti di ruolo con la speranza di poter rientrare a casa. Lettera

Stampa

Prof.ssa Di Santo Teresa Maria – Illustrissima Minist­ra Fedeli, a scriver­le è una docente che come migliaia di colleghe è costretta dal sistema scolastico a passare l’ estate a fare i conti con le aspettative di rientrare definitivamente a casa.

Dopo anni e anni di precariato in scuole paritarie ma comunque passati a sperare nella chiamata per una supplenza che non arrivava perché la nostra classe di concorso probabilmente per qualcuno è da portare all’estinzione totale, ossia la A048, finalmente arriva il ruolo!

Per giorni mi sono concentrata su questa parola RUOLO, perché quasi non sembrava vera!

Dopo essere stata assegnata fuori regione ma relativamente vicina a casa per errore a detta degli organi provinciali, ma non rimediabile, il perché non mi è stato mai concesso di saperlo, arriva la fatidica domanda di mobilità.

Ebbene l’u­nica regione alla quale non avevo neppure pensato era il Veneto perché  eccessivamente distante e con un clima a me non idoneo. Ma anche in questo caso il MIUR mi assegna in Veneto che non è contemplato nella mia domanda di mobilità. Anche in questo caso ho pensato ad un errore ma anche in questo caso non mi è concesso di capirlo.

Stress, ansie di lasciare due figlie di cui di soli 12 anni hanno allietato le mie giornate afose e calde del 2016. Per fortuna con l’assegnazione insegno nella mia Città fino al 31 agosto.

Ma il 1 settembre se la domanda di mobilità non andrà a buon fine dovrò iniziare a 49 anni una nuova vita lontana da tutto quello che nel frattempo ho costruito. Benissimo, ma c’è la domanda di mobilità?

Allora le chiedo dov’è la coerenza, la trasparenza e l’onestà di far credere a noi docenti che il Ministero lavora per noi, quando IMPONE classi di 28 alunni comportando una diminuzione naturale delle classi e quindi un taglio evidente di cattedre?

Dov’è la coerenza di tante parole quali continuità didattica, stipendi dei docenti vergognosi, ricorsi inaccettabili,..­..se lo Stato ci costringe a passare l’ennesima estate a fare i conti con una falsa chimera?

Cordiali saluti

Stampa

Concorso STEM. Minicorso di inglese e informatica, simulatori disciplinari consulenze Skype. Nuovi percorsi rapidi, mirati e intensivi