Una vita negata, per 32 anni in manicomio senza motivo. Oggi Pino può andare a scuola

WhatsApp
Telegram

Una vita negata, di abusi, per 32 anni Pino resta in manicomio pur non essendo malato. Oggi può andare a scuola grazie ai soldi raccolti da Le Iene.

Una storia agghiacciante quella di Giuseppe Astuto, conosciuto da tutti come Pino, oggi 61enne, raccontata da Le Iene. Da bambino, nel 1967, fu mandato in un market dalla madre a comprare il pane. Per disperazione e fame mangiò quella pagnotta, così che decise di tornare indietro e prendere un’altra focaccia, ma restò chiuso dentro.

La mattina successiva arrivarono i carabinieri e da lì iniziò il suo calvario. “Signora, suo figlio non lo vedrà più” esclamò il carabiniere alla madre e Pino fu trasferito in manicomio. Ci rimane per 32 anni, fino al 1999, quando uscì ma senza aver mai potuto studiare.

Le Iene si occupa del suo caso e raccoglie i fondi per garantirgli un’istruzione: in poco tempo arrivano 10mila euro. Oggi Pino, che sa scrivere solo il suo nome e qualche numero, può finalmente andare a scuola.

WhatsApp
Telegram

Eurosofia. Scopri la nuova promozione natalizia: “Calendario dell’avvento”