Una scuola che non cura i malati e ammala i sani

WhatsApp
Telegram

Una scuola che non cura i malati e ammala i sani (Breve viaggio tra i mille paradossi della scuola italiana) è un pamphlet pubblicato dalla casa editrice OMBand D.E. nell’autunno del 2021.

Il titolo del libro si rifà a un’affermazione di Don Milani, che nel 1967, nella sua Lettera a una professoressa, scriveva: “Se non riesce a recuperare gli alunni più svantaggiati, la scuola diventa come un ospedale che cura i sani e respinge i malati”. Ebbene, a distanza di oltre cinquant’anni, le statistiche ci dicono che chi nasce povero ha sempre più probabilità di rimanere tale per tutta la vita. La nostra scuola non riesce ad assolvere al dettato costituzionale, non riesce cioè a essere luogo e occasione di riscatto sociale.

L’autore, che si presenta col significativo pseudonimo di Maestro Perboni, segue la parabola della scuola italiana di questi ultimi venticinque anni, durante i quali si sono succedute cinque riforme (cioè quante ve ne furono dall’Unità d’Italia alla fine del fascismo). Analizzando i risultati di questo iperattivismo legislativo, il libro mette in luce le molteplici criticità della nostra scuola: dalla deriva pedagogica, che ha portato alla diffusione di teorie tanto eccentriche quanto inefficaci, a un malinteso concetto di uguaglianza che si realizza nella scomparsa della meritocrazia; dalla riduzione del sapere alla sua spendibilità nel mercato del lavoro all’applicazione alla scuola dei modelli dell’economia e del management, che procede di pari passo con la svalutazione del servizio pubblico e col progressivo svilimento del ruolo del docente.

Sullo sfondo emerge l’immagine di un paese nel quale l’istruzione non è mai stata considerata come una priorità o una risorsa su cui investire. Con la cultura non si mangia. Questa continua a essere la convinzione diffusa. Nulla di strano, dunque, se l’azione dei vari governi sia sempre stata priva di una progettualità di ampio respiro, mirando piuttosto alla ricerca del consenso facile e immediato con provvedimenti improvvisati e velleitari.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur