Una piccola battaglia vinta, ma la guerra contro precariato e Buona Scuola è ancora lunga

Oggi finalmente i lavoratori della scuola precari e di ruolo in presidio sono stati ricevuti dai dirigenti dell’Usr.

 La delegazione dopo aver esposto le rivendicazioni dei diplomati magistrali e degli abilitati tfa inseriti in gae con cautelare e dei diplomati ancora non inseriti ha nuovamente rinvendicato il diritto all’assunzione. Dopo una lunga discussione la Dott.ssa Volta ha riconosciuto come valide le istanze dei lavoratori e ha comunicato che provvederà a inoltrare all’ufficio provinciale la direttiva che prevede l’assunzione a tempo determinato e indeterminato per i docenti inseriti in Gae con cautelare. Ha anche comunicato che nel più breve tempo possibile dovranno essere effettuati gli inserimenti nelle gae di chi può vantare un giudizio favorevole. Pertanto il presidio si è spostato sotto l’Usp per sostenere anche l’inserimento di questi ultimi in gae. Tutto ciò dimostra come i lavoratori uniti e auto-organizzati possono vincere importanti battaglie. Ma la lotta non è ancora finita, tutti i precari dalla prima alla terza fascia d’istituto devono essere assunti e la Buona scuola con chiamata diretta, titolarità su ambito, alternanza scuola-lavoro e strapotere dei presidi deve essere spazzata via!!! No alle disparità fra lavoratori! SI ad una scuola laica, di tutti e per tutti!

Coordinamento lavoratori della scuola “3 ottobre”

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia