Una petizione per i diritti dei docenti precari di Religione

Stampa

Dopo i sit-in davanti al Ministero dell’Istruzione nei mesi di giugno e luglio, lo SNADIR si fa promotore di una raccolta firme per richiamare ulteriormente l’attenzione e la responsabilità della politica sul tema del precariato degli insegnanti di religione.

Le richieste dello SNADIR:

  • una procedura straordinaria non selettiva per i docenti di religione con almeno 36 mesi di servizio;
  • lo scorrimento annuale delle graduatorie della procedura straordinaria sino a totale esaurimento di ciascuna graduatoria;
  • lo scorrimento della Graduatoria di Merito del 2004 in modo da raggiungere il suo completo esaurimento;
  • l’aumento delle dotazioni organiche dal 70% al 90% in un triennio.

La Petizione è indirizzata al Presidente del Consiglio, Mario Draghi, al Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, al Presidente della VII Commissione Istruzione al Senato, Sen. Riccardo Nencini, al Presidente della VII Commissione Istruzione della Camera, On. Vittoria Casa.

La petizione

La Petizione sarà attiva fino al 10 settembre 2021

Stampa

Nel prossimo incontro de L’Eco digitale di Eurosogia parleremo di: “Il coding nella scuola del primo ciclo: imparare divertendosi”