Una nuova valanga di ricorsi sommergerà il MIUR

Di Lalla
Stampa

red – Il MIUR è in difficoltà, a dichiararlo è Luciano Chiappetta, direttore generale del MIUR con delega al personale, in un articolo apparso sul Sole 24 ore Sud. A dare filo da torcere è innanzitutto il problema della bocciatura delle code che, a quanto pare riguarda 15 mila docenti, 10mila dei quali provenienti dal Sud.

red – Il MIUR è in difficoltà, a dichiararlo è Luciano Chiappetta, direttore generale del MIUR con delega al personale, in un articolo apparso sul Sole 24 ore Sud. A dare filo da torcere è innanzitutto il problema della bocciatura delle code che, a quanto pare riguarda 15 mila docenti, 10mila dei quali provenienti dal Sud.

Al MIUR stanno studiando un modo per rispettare le sentenze, ma anche per salvaguardare coloro che hanno ottenuto una supplenza per il 2010-11 o sono stati immessi in ruolo. Onde evitare, ovviamente, ulteriori contenziosi.

Ma non è finita. Perchè a quanto pare una nuova ondata di ricorsi sta per sommergere il MIUR. Si tratta dei ricorsi per la richiesta degli scatti di anzianità e le immissioni in ruolo per i precari che a quanto pare hanno già raggiunto la cifra di 20.000.

E potrebbe ancora essere una cifra provvisoria, dal momento che c’è tempo ancora fino al 31 dicembre 2011, grazie al milleproroghe da poco approvato in parlamento

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur