Una docente ITP che ha sempre seguito le regole. Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Filomena Pasciuti- Gentile redazione, vi seguo ormai da tempo, scrivo oggi più per una costatazione dei fatti che per delusione. Si parla sempre di disparità di trattamento, ma più che di questo bisognerebbe parlare di anno di nascita.

Di che stiamo parlando? Arrivo al dunque: diplomati ITP. Già appartengo anche io a questa categoria, ho iniziato questo lavoro nel 2005 quando ero già di ruolo come assistente tecnico, in quell’anno scolastico è stata data possibilità di abilitazione a chi aveva almeno 2 anni di servizio, ovviamente non ci rientravo per cui non sono stata li a rivendicare la possibilità di partecipare a quella procedura, ho semplicemente sperato che si ripetesse nel tempo.

Nel 2012 effettuano il concorso, ovviamente non aperto ai docenti ITP tranne per un’unica classe di concorso, anche li nessun ricorso per rivendicare questa possibilità.

Nel 2014 finalmente la possibilità di conseguire l’abilitazione per cui impegno fisico mentale ed economico non indifferente.

Nel frattempo la riforma, o meglio, i tagli con la riforma Gelmini per cui anni in cui ho lavorato anche con 10 ore settimanali pur di conseguire il punteggio.

Nel 2016 il concorso per gli abilitati, poi chi sa perchè anche i non abilitati hanno potuto sostenere la prova, attenzione però dipende dal ricorso..mica tutti uguali anche se per lo stesso motivo.

La storia si ripete per il concorso riservato odierno. Mi chiedo ma se qualcosa è un diritto per qualcuno perchè non esserlo per altri? Seguono i ricorsi per entrare in seconda fascia, chi entra chi no, di questa estate l’esclusione dalle graduatorie, nel frattempo in questo anno chi era in seconda fascia ha maturato punteggio che non gli sarà tolto, ma che sicuramente a tolto a qualcun altro. Ora il miraggio tutti in permanente!!!! Evviva!!!

La mia domanda è: forse non dovevo nascere nel 1970 e diplomarmi nel 1989. Forse se fossi nata come miei figli nel 1990 o 1993 sarei giovanissima pronta a prendere una opportunità senza nessuna fatica se non quella economica dei ricorsi.   Buona estate a tutti anche a chi come me aspetta l’uscita delle GRAME sperando di poter accedere al terzo anno Fit non ripetibile, a differenza dell’assunzione da Gae.

Versione stampabile
anief
soloformazione