Un vaccino universale contro le epidemie. Bill Gates finanzia con 100 milioni di dollari

di Giulia Boffa
ipsef

item-thumbnail

Bill Gates sta lavorando al progetto di creare un vaccino universale contro le epidemie.

Per questa missione sta investendo sino a 100 milioni di dollari di tasca propria, tramite la ‘Bill e Melissa Gates Foundation’: in poco tempo si potrà arrivare alla messa a punto di un vaccino ‘adattabile’, in grado di prevenire la possibilità di epidemie globali scatenate da virus diversi.

A parlarne con la rete televisiva Cbs, da Davos, e’ lo stesso fondatore di Microsoft, che ha osservato come le ultime epidemie causate dai virus Ebola e Zika “abbiano mostrato quanto il mondo e’ tragicamente impreparato” a combattere focolai virali:”L’idea ora – ha specificato – e’ riuscire a usare una modalita’ completamente diversa, una nuova piattaforma, per realizzare vaccini che permetta la creazione in un solo anno di un vaccino innovativo chiamato DNA/RNA”. L’iniziativa e’ parte del progetto presentato al World Economic Forum di Davos, dalla CEPI (la Coalition for Epidemic Preparedness Innovations), una coalizione di governi e organizzazioni benefiche, che ha già impegnato 460 milioni di dollari per la realizzazione accelerata delle immunizzazioni.

Gates ha specificato alla ‘CBS News’ che il nuovo metodo esplorato dai ricercatori prevede di costruire vaccini utilizzando la sequenza genetica degli agenti patogeni e identificando cosi’ gli anticorpi capaci di combatterli. Gli scienziati avrebbero quindi una sorta di ‘piattaforma’ su cui costruire i vaccini necessari a fronte di nuove minacce.
“L’approccio – ha spiegato ancora Gates – dovrebbe essere quello di una operazione militare, in cui si e’ pronti ad agire in modo coordinato di fronte a nuova minaccia”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione