Ha un ictus e 4 anni di servizio in più, ma non riesce ad andare in pensione: il caso di una docente di Treviso

Stampa

Una docente della provincia di Treviso non riesce ad andare in pensione ed è costretta ad insegnare. Racconta la sua vicenda La Tribuna di Treviso.

Nel 2017 fa domanda di pensionamento, ma scopre che non le sono stati registrati una decina di anni di contributi per un servizio che aveva svolto regolarmente.
La donna mette a soqquadro gli archivi di casa e alla fine recupera tutti i cedolini, in più dimostra di essere stata in servizio quattro anni in più del dovuto.
Presenta tutto all’Inps convinta di poter andare, ma le dicono che non può andare in pensione fino al 1 settembre 2018 perché la sua domanda non è arrivata entro i termini prescritti dalla legge.
A questo punto si rivolge al giudice del lavoro, ma per lo stress accumulato le arriva un grave ictus, che la costringe in ospedale da novembre.
La donna spera nel pensionamento anticipato viste le sue condizioni, ma ad oggi nè il giudice nè l’USR hanno preso in considerazione la sua richiesta.

Fonte

Stampa

“App-prendo insieme per una rete sicura” è il nuovo progetto di Eurosofia a cura del Prof. Francesco Pira. Il 4 febbraio segui la diretta