Un dirigente scolastico scrive ai docenti: Attenzione ai social per comunicare con gli studenti, non confondiamo i ruoli

WhatsApp
Telegram

Il dirigente scolastico di un liceo di Brassano ha voluto condividere una preoccupazione con i docenti sui rapporti con gli studenti tramite i social e i Whatsapp, tramite una circolare.

Secondo il dirigente, occorre riflettere sulla distinzione di ruoli e responsabilità quando si usano i social, che non vanno demonizzati, ma usati senza confondere ruoli e responsabilità, mezzi e fini.

Se si accettano amicizie con gli studenti su Facebook, è necessario non dimenticare che i docenti sono educatori, quindi il dirigente consiglia di non lasciarsi coinvolgere in logiche private, cedendo magari ad un linguaggio sguaiato, o ad atteggiamenti pseudo-confidenziali.

Occorre poi conservare autorevolezza, raccomanda il dirigente, e scegliere, al posto della comunicazione tramite Facebook, un contatto diretto, personale, interno alla classe, aperto e trasparente; meglio una comunicazione più sobria, ribadisce il preside.

Ovviamente nessuna normativa può imporre di non avere contatti con studenti tramite i social, ma la riflessione suggerita è doverosa.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur