“Un compagno di mio figlio spaccia e confeziona le dosi nella palestra della scuola ma il preside dice: non è affar mio”

WhatsApp
Telegram

Le affermazioni sono di una madre e sono state riportate dalla Gazzetta di Parma sotto forma di una lunga lettera.

“Il preside mi ha detto invece che la scuola non può fare niente – scrive la mamma al quotidiano – La denuncia la deve fare mio figlio, non la scuola”.

La donna ha anche presentato una denuncia, ma la donna si chiede se “è giusto che, una volta avvisato il dirigente scolastico, questo si tiri indietro e preferisca mandare avanti un ragazzo minorenne ed inesperto?”

La Gilda degli Insegnanti di Parma e Piacenza ha chiesto all’Ufficio Scolastico Regionale di indagare e, “nel caso le accuse risultassero fondate, dovrebbero sanzionare questo dipendente pubblico”

WhatsApp
Telegram

Eurosofia e Udir presentano l’evento formativo “PNRR, Start-up per dirigenti scolastici – Attuazione delle linee di investimento”. Roma 25 agosto 2022