Un anno di reclusione per un DSGA, aveva assunto parenti come collaboratori scolastici e assistenti amministrativi

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Un direttore dei sevizi generali e amministrativi (DSGA) è stato condannato ad un anno di carcere e ad un anno di interdizione dai pubblici uffici, con pena sospesa. 

Il DSGA, come riferisce l’Ansa, approfittando del suo ruolo, avrebbe assunto a tempo determinato:

  • una nipote in qualità di assistente amministrativo;
  • un nipote e la cognata in qualità di collaboratori scolastici.

La condanna è stata comminata dal tribunale di Firenze, città presso la quale sono ubicati i due Istituti Superiori presso i quali lavorava il Direttore dei SGA.

I fatti contestati sono avvenuti tra il 2011 e il 2013.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione