Un alunno della classe subisce un grave lutto. Una compagna scrive…

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Cari compagni, in questa lettera voglio dire tutto ciò che penso di voi.

Inizio col fatto che questo è l’ultimo anno insieme e perciò dobbiamo divertirci e trascorrerlo serenamente .

Voglio anche dirvi che per me siete tutto, voi siete la mia seconda FAMIGLIA.

Litighiamo spesso, si è vero, però nessuno di voi, ma dico nessuno, deve mai pensare che non lo vogliamo bene, che non vogliamo stare con lui, non lo deve pensare affatto…

Capita a tutti, quando “partono quei 5 minuti”, cioè quando si è nervosi, di prendersela con il primo che vediamo.

Perché sto scrivendo questa lettera? Perché sto esprimendo questi pensieri? Perché è la verità, noi tutti ci vogliamo bene, ma non lo sappiamo dimostrare… , e in alcune circostanze bisogna esprimere quello che si prova. E quello che stiamo vivendo, in seguito al grave lutto che ha colpito il nostro compagno, e’ proprio uno di questi momenti.

Portero’ con me tutte le nostre “cavolate”, tutte le nostre risate e lo spirito di squadra…

Amici miei siete la cosa più bella che mi sia mai capitata… Ricordatevi sempre che vi ho sempre voluti bene e ve ne vorrò sempre!

Un’alunna della classe III A dell’IC “ Crispi” di Ribera ( AG)

Versione stampabile
anief anief
soloformazione