Umbria, restano in Dad seconde e terze medie. Tar respinge ricorso genitori, prima la salute pubblica

Stampa

Il Tribunale amministrativo dell’Umbria ha respinto la richiesta di sospensiva contro l’ordinanza della Regione. Si apprende dal Corriere dell’Umbria.

Sono circa 700 i genitori che si sono opposti all’ordinanza della presidente della Regione Donatella Tesei, che prevede la didattica a distanza per le seconde e terze medie.

Il Tar respinge la richiesta spiegando che: “Nel bilanciamento degli interessi contrapposti appare prevalente quello, di natura urgente e eccezionale, di assicurare con ogni misura prevista dalla normativa il raggiungimento degli obiettivi previsti dall’ordinanza” e dunque la tutela della salute pubblica.

Umbria, nuova ordinanza: dal 30 novembre studenti delle prime medie tornano a scuola

Stampa

Aggiornamento Ata: Puoi migliorare il tuo punteggio in tempi rapidi: corso di dattilografia a soli 99 euro. Contatta Eurosofia