Ultimo giorno con uscita anticipata prima delle vacanze: Dirigente dispone cambio orario servizio ai docenti delle ultime ore o del pomeriggio. Come comportarsi

WhatsApp
Telegram

Le giornate del 22 e 23 dicembre 2022 rappresentano per le istituzioni scolastiche le ultime date prima dell’inizio delle Vacanze di Natale. Generalmente l’uscita viene anticipata a metà mattinata così che viene richiesto ai docenti in servizio nelle ultime ore o addirittura nel pomeriggio, di anticipare il proprio orario di servizio. Gli insegnanti possono respingere tale modifica? Tutte le info.

Uscite anticipate in prossimità delle vacanze – Calendario scolastico

La delibera è di competenza del Consiglio di Istituto che apporta degli adattamenti al Calendario scolastico regionale. Tradizionalmente nelle istituzioni scolastiche è prevista la Lectio brevis l’ultimo giorno prima della sospensione delle attività didattiche in corrispondenza delle festività; è un’occasione per scambiarsi gli auguri. La lectio brevis può essere concessa anche in altre circostanze [carnevale, festa patronale, conclusione di tornei, visione di film, ecc.], o come da calendario scolastico o dal Dirigente, sentito il Collegio, Dipartimenti, Consigli di classe.

Orario di servizio – Il Dirigente scolastico, con atto di gestione, procede alla formulazione [nel rispetto delle competenze degli organi collegiali scolastici]

Contrattazione integrativa di istituto

Tra le materie oggetto di confronto (NON di contrattazione) a livello d’istituto tra il Dirigente scolastico e la parte sindacale vi è:

“L’articolazione dell’orario di lavoro del personale docente, educativo ed ATA […]” – CCNL 2016/18

Consiglio di istituto

“Il consiglio di circolo o di istituto indica, altresì, i criteri generali relativi alla formazione delle classi, all’assegnazione ad esse dei singoli docenti, all’adattamento dell’orario delle lezioni– T.U. n. 297/1994, art. 10 comma 4

Collegio docenti

“Formula proposte al direttore didattico o al preside per la formazione, la composizione delle classi e l’assegnazione ad esse dei docenti, per la formulazione dell’orario delle lezioni e per lo svolgimento delle altre attività scolastiche, tenuto conto dei criteri generali indicati dal consiglio di circolo o d’istituto” – T.U. n. 297/1994, art. 7 comma 2, lett. b)

Dirigente scolastico

“Procede, con atto gestionale-datoriale, alla formazione delle classi, all’assegnazione ad esse dei singoli docenti, alla formulazione dell’orario, sulla base dei criteri generali stabiliti dal consiglio di circolo o d’istituto e delle proposte del collegio dei docenti” – Art. 396 comma 1 lett. d).

Orario servizio settimanale dei docenti, nome e criteri generali nel I e II Ciclo. Con esempio di indicazioni per il II Ciclo – Orizzonte Scuola Notizie

Modifica orario servizio per i docenti che lavorano le ultime ore o nel pomeriggio dell’ultimo giorno prima della sospensione delle attività didattiche. Legittimo

Il dirigente scolastico può effettuare la modifica dell’orario scolastico con una comunicazione-ordine di servizio nel quale appunto dispone che i docenti impegnati nelle ultime ore o nel pomeriggio [attività curricolari, ad esempio strumento musicale nella scuola secondaria di primo grado] dell’ultima giornata prima della sospensione delle attività didattiche, svolgano servizio, anche in compresenza, la mattina.

L’orario di servizio dei docenti non è necessariamente fisso per tutto l’anno; può essere aggiornato e rivisto in base ad esigenze organizzativo-didattiche. Al dirigente scolastico spettano autonomi poteri di direzione, di coordinamento e di valorizzazione delle risorse umane; egli organizza l’attività scolastica secondo criteri di efficienza e di efficacia formative ….” [D. L.vo 165/01 art. 25,2]. Tutto ciò, sempre in osservanza dei criteri e proposte degli organi collegiali.

In maniera provocatoria pensiamo ad un tale criterio riguardo la formulazione dell’orario da parte del Consiglio di Istituto: “Non è consentita la modifica dell’orario di servizio dei docenti che nella giornata con uscita anticipata lavorano nelle ultime ore o pomeridiane“. È chiaro che non ha senso. Quello che è però possibile trovare all’interno del regolamento interno di una scuola è il preavviso di qualche giorno nel caso di comunicazione variazione dell’orario di servizio da parte del Dirigente.

In casi più specifici che prevedano una più complessa organizzazione, il nuovo orario giornaliero può anche venire concordato [meglio in forma scritta] dagli insegnanti con la referente di plesso o i collaboratori del Dirigente scolastico, delegati all’organizzazione dell’orario di servizio dei docenti, sostituzioni, ore eccedenti, uscite anticipate, permessi brevi etc.

Il datore di lavoro esercita il potere di modifica orario secondo i criteri di correttezza e buona fede indicati dall’art. 1375 del Codice civile nell’esecuzione del contratto, che impegna entrambe le parti alla lealtà reciproca; perciò, una variazione oraria slegata da reali esigenze produttive e disposta per motivi pretestuosi, ritorsivi o discriminatori sarà senza dubbio illegittima e il lavoratore potrà ricorrere al giudice per ottenere il ripristino del precedente orario di lavoro.

Non è certamente questo il caso. Sarà naturalmente più efficiente da un punto di vista didattico-educativo la presenza dei docenti, con orario modificato, in classe, in compresenza, laboratori o altro luogo formativo piuttosto che nella condizione di essere a disposizione senza far nulla in aula insegnanti.

In questo caso, trattandosi di una riduzione dell’orario di lezione probabilmente già previsto ad inizio anno scolastico, ci auguriamo che anche la modifica sia intervenuta per tempo, in modo da dare a tutti la possibilità di organizzarsi. Ossia che la modifica facesse già parte del piano annuale delle lezioni. In questo modo risulterebbe come la logica applicazione di un calendario annuale e non una modifica estemporanea che, inevitabilmente crea malumori in quanto i docenti coinvolti devono riorganizzare la loro quotidianità senza preavviso.

Strumento musicale: in alcune scuole i docenti svolgono servizio 4 giorni a settimana. Si può fare? – Orizzonte Scuola Notizie

Docente può chiedere di avere meno ore in classe per dedicarsi a supplenze/potenziamento? – Orizzonte Scuola Notizie

Orario docenti: Dirigente dispone un’ora a disposizione e un’ora di ricevimento in più a settimana. Legittimo? – Orizzonte Scuola Notizie

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur