Ultima testimonianza pubblica di Liliana Segre: appuntamento il 9 ottobre in provincia di Arezzo

Stampa

Il 9 ottobre presso Rondine Cittadella della Pace, in provincia di Arezzo, si terrà un evento, con la partecipazione della senatrice a vita, Liliana Segre, per favorire tra i giovani la conoscenza e la consapevolezza del tragico evento della Shoah e promuovere l’educazione ai diritti umani.

Segre ha scelto di concludere con un’udienza rivolta alle scuole le proprie testimonianze pubbliche, affidando il testimone della sua esperienza e del suo patrimonio di dolore, speranza e pace a tutte le studentesse e gli studenti italiani.

Durante l’iniziativa, la Senatrice consegnerà la memoria dell’amica Janine – giovane ragazza francese sua compagna di prigionia uccisa ad Auschwitz nella camera a gas – inaugurando a Rondine l’Arena di Janine, luogo di conservazione attiva della memoria e spazio d’incontro per i giovani di tutto il mondo.

Gli studenti e le studentesse, inoltre, potranno partecipare attivamente all’incontro con la Senatrice Segre
inviando pensieri e riflessioni sulla sua preziosa testimonianza completando l’affermazione: “Grazie Liliana
perché….”. I messaggi verranno proiettati durante l’incontro e dovranno essere inviati entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 8 ottobre p.v. alla mail [email protected] con oggetto: GRAZIE LILIANA/NOME
DELLA SCUOLA/CLASSE/CITTÀ.

Durante l’incontro avverrà la consegna, da parte della Ministra Lucia Azzolina alla Senatrice Segre, della copia anastatica della prima edizione della Costituzione Italiana, inviata in dono dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e contenente il suo messaggio, in virtù dell’impegno del Ministero dell’Istruzione di farsi promotore del messaggio della Senatrice Segre attraverso la scuola.

In questa occasione, inoltre, avverrà la presentazione del concorso nazionale per l’anno scolastico 2020/2021 dal titolo Voltati, Janine vive!, promosso in collaborazione con l’Associazione “Rondine Cittadella della Pace” e rivolto alle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado.

Il concorso rientra nell’ambito delle attività che il Ministero dell’Istruzione è impegnato a promuovere per lo sviluppo di progetti e di iniziative didattiche finalizzate all’approfondimento e alla riflessione sulla Shoah.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia