UIL: spostamento prove Invalsi segno debolezza Governo

di redazione
ipsef

UIL – Il rinvio, di dubbia legittimità in coincidenza con lo sciopero, è un chiaro segnale della consapevolezza del Governo che, di fatto, la stragrande maggioranza delle scuole non sarà in grado di erogare alcun servizio in concomitanza con lo sciopero data la condivisione, da parte di tutti gli operatori scolastici, dell'iniziativa di lotta in atto.

UIL – Il rinvio, di dubbia legittimità in coincidenza con lo sciopero, è un chiaro segnale della consapevolezza del Governo che, di fatto, la stragrande maggioranza delle scuole non sarà in grado di erogare alcun servizio in concomitanza con lo sciopero data la condivisione, da parte di tutti gli operatori scolastici, dell'iniziativa di lotta in atto.

Questa scelta dimostra la debolezza del Governo che deve decidersi ad emanare un provvedimento d'urgenza per il reclutamento ed ascoltare le richieste di chi a scuola lavora ogni giorno.

Ufficiale, Invalsi sposta prove previste per 5 e 6 maggio al 6 e 7

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione