UIL. Si a referendum per abolizione riforma, ma … Intanto si avviano i ricorsi

WhatsApp
Telegram

Sulla questione referendum e riforma della scuola, interviene il segretario della UIL, Pino Turi.

Sulla questione referendum e riforma della scuola, interviene il segretario della UIL, Pino Turi.

Un tema delicato, dice Turi, che deve essere bene valutato. Infatti, afferma " una generica chiamata al voto referendario rischia di essere un errore peggiore della situazione che si intende risolvere. Occorre togliere la scuola dallo scontro politico ed evitare strumentalizzazioni dannose."

"Ciò non vuole dire che saremo agnostici – ha detto Pino Turi  – valuteremo le proposte di merito dei referendari edecideremo quando si creeranno le situazioni che ci convincano nella bontà e nella riuscita dell’azione referendaria che,  al momento non ci sono. Tendo ad escludere che la UIL scuola possa trovarsi tra i promotori dei referendum, ma solo nei sottoscrittori e in coloro che, sempre se ci saranno le condizioni, avranno buone probabilità di riuscita."

Nel frattempo, gli uffici legali della UIL stanno valutando le impugnative dei decreti delegati per il riconoscimento dell'incostituzionalità della legge, " oltre che trovare altri profili di illegittimità tali da dimostrare l’inapplicabilità della legge."

WhatsApp
Telegram

Eurosofia. Ultimi posti disponibili per partecipare all’incontro: “PNRR, Start-up per dirigenti scolastici – Attuazione delle linee di investimento”