Uil: probabile circolare Miur anticipa riforma alle scuole, rischio confusione

WhatsApp
Telegram

Il sindacato UIL comunica di aver avuto notizia che il Miur si appresterebbe ad inviare una circolare alle scuole al fine di "anticipare quanto previsto nel ddl, che ancora non è stato approvato". Ne parliamo con il segretario nazionale, Massimo Di Menna.

Il sindacato UIL comunica di aver avuto notizia che il Miur si appresterebbe ad inviare una circolare alle scuole al fine di "anticipare quanto previsto nel ddl, che ancora non è stato approvato". Ne parliamo con il segretario nazionale, Massimo Di Menna.

Il contenuto della circolare – se la notizia sarà confermata – non è ancora noto, ma ampiamente immaginabile.

Cosa cambia infatti per le scuole all'indomani dell'approvazione del DDL Scuola? Il testo afferma, all'art. 10 sul piano straordinario di assunzioni, che l'organico dell'autonomia, limitatamente ai posti del potenziamento nella scuola primaria e secondaria di primo e di secondo grado, è determinato entro quindici giorni dalla data di entrata in vigore della legge.

Si potrebbe quindi ipotizzare che il Ministero si sia voluto portare avanti, anticipando ai Dirigenti Scolastici le procedure alle quali saranno chiamati all'indomani dell'approvazione della legge, che quindi in tal maniera viene data per scontata.

"Il risultato certo – afferma Di Menna – è che a Ddl non ancora  approvato e in assenza di un quadro legislativo di riferimento, si determinerebbe altra confusione e diffuso contenzioso"

"Va anche ricordato – prosegue Di Menna – che il piano delle attività per l'a.s. 2014/15 è già stato deliberato e in molte istituzioni scolastiche anche prossimo a concludersi con gli adempimenti di fine anno scolastico. Molte scuole hanno utilizzato tutte le 40 ore utili per attività funzionali all'insegnamento, pertanto prevedere l'eventuale impiego straordinario dei docenti oltre tale limite deve comportare relativa retribuzione. Certo non si potrà fare leva solo sulla straordinarierà della situazione, ci sono vincoli contrattuali da rispettare. Così come non potrà essere negata la fruizione delle ferie nelle modalità stabilite dal contratto"

La UIL rilancia al Governo l'esigenza di assicurare, con un provvedimento di urgenza, la copertura dei posti disponibili e l'organico dell'autonomia in tutte le scuole d'Italia, ovviando al ritardo già accumulato.

Va comunque eliminata – conclude Di Menna – la procedura che vede la necessità di adempimenti, che valgono solo per un anno, nella definizione degli ambiti territoriali. Un inutile sistema tutto burocratico che andrebbe cambiato già nel 2016/17.

WhatsApp
Telegram

Concorso Dsga: il DECRETO è finalmente in Gazzetta Ufficiale. Preparati con il percorso formativo modulato dai nostri esperti