Ugl: su test sierologici confusione e scaricabarile responsabilità

Stampa

Ugl- Sui test sierologici per gli insegnanti si osserva “confusione e uno scaricabarile di responsabilità che non aiuta nessuno”. A dirlo all’AGI è la segretaria nazionale della Ugl Scuola, Ornella Cuzzupi, che conferma “le serissime preoccupazioni sull’apertura dell’anno scolastico. La mancanza di precise indicazioni e di strutture concretamente preparate agli eventi crea tensioni tra i soggetti direttamente interessati” , spiega.

“Il personale scolastico ha sempre dimostrato di essere pronto ad affrontare le difficoltà per portare avanti il proprio compito”, mentre ai piani alti sono evidenti – per la sindacalista – “le lacune”.

Sul fatto che – secondo quanto denunciato dal sindacato dei medici di famiglia – una certa percentuale di docenti si sia sottratta al pungidito, Cuzzupi sottolinea che “lo stesso ministero ha ritenuto di renderlo facoltativo”, ma che comunque “l’Ugl è favorevole all’opportunità di una verifica del contatto con il virus prima dell’inizio delle lezioni”.
“C’è da dire che sono diverse le segnalazioni di difficoltà – prosegue – elemento che dimostra come l’architettura prevista dal ministro Lucia Azzolina per la gestione della scuola in questo particolare momento è teorica e va a cozzare con le difficoltà del quotidiano”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur