UGL Scuola: il personale ATA ai tempi del coronavirus

di redazione

item-thumbnail

UGL Scuola – Sono passati più di tre mesi dall’inizio dell’emergenza sanitaria e finalmente siamo entrati nella cd.” Fase 2 “.

Alcune riflessioni sono d’obbligo per chi opera nella Scuola quotidianamente ed affronta in prima persona le problematiche del mondo dell’Istituzione. Ci corre l’obbligo di sottineare la grande prova di maturità e di adattamento che il personale ATA, al completo, sta dimostrando in una situazione di emergenza e complessità mai registrata prima nel comparto Scuola.

Pensiamo ai Collaboratori Scolastici che hanno dimostrato grande disponibilità a risolvere i tanti, piccoli e grandi problemi che si verificano quotidianamente all’interno degli edifici scolastici dimostrando grande flessibilità e dedizione, oltre che responsabilità nel far fronte ad impellenti interventi di sanificazione .

Dobbiamo evidenziare la straordinaria abnegazione dei Dsga e degli Assistenti Amministrativi, componenti di fatto degli Uffici delle Segreterie scolastiche che continuano quotidianamente a far fronte agli adempimenti nella gestione amministrativo-contabile, riguardo le scadenze, i pagamenti, i monitoraggi, i contratti, gli organici, i pensionamenti , la gestione del personale……

La modalità di lavoro in smart working, una novità assoluta nel pubblico impiego e ancor di più nelle istituzioni scolastiche, ha rappresentato una sfida ampiamente vinta in termini di efficacia ed efficienza dell’azione amministrativa.

Pur tra mille difficoltà, quasi sempre con mezzi propri, con orari e tempi ben al di là dei propri obblighi contrattuali, il polmone della scuola, come amiamo definire le segreterie, senza nulla chiedere e pretendere, dimostrando grande professionalità e competenza, stanno profondendo un grande sforzo nel prestare prezioso supporto ai dirigenti scolastici ed ai docenti nelle attività della didattica a distanza spesso in maniera nascosta “dietro le quinte”, ma con grande senso di appartenenza alla Comunità Scolastica.

A questi lavoratori dell’Istruzione , spesso non in evidenza, all’Italia sana e produttiva del personale scolastico ausiliario ed amministrativo, va il ringraziamento della UGL SCUOLA con il preciso impegno che nei prossimi rinnovi contrattuali e nella prossima revisione dei profili professionali non mancherà il sostegno e il supporto della nostra organizzazione sindacale che si prefigge il preciso obiettivo di tutelare i loro diritti e che verranno attenzionate e portate nelle sedi opportune le giuste rivendicazioni di incremento dei posti in organico riferiti ad una categoria che merita una giusta valorizzazione.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione