Ughi: “Nelle scuole c’è una carenza nell’educazione alla musica, emergono lacune spaventose”

WhatsApp
Telegram

Il maestro Uto Ughi, a margine della presentazione del programma di concerti che si terranno a Siena, è tornato a parlare di musica e scuola. Per Ughi “nelle scuole ci sia una grave carenza per l’istruzione musicale dei giovani, emergono lacune spaventose”.

Già lo scorso novembre durante il Salone dell’Orientamento a Genova, Ughi si era scagliato contro l’educazione musicale: “Suggerisco al ministro Sangiuliano di mettere la musica tra le materie di insegnamento serie da adottare nelle scuole. È sempre stata considerata un accessorio. L’Italia è sempre stata un paese di grandissime individualità e grandi creatori solisti ma poco supportati”, aveva affermato.

L’insegnamento va potenziato, con un’attenzione alla qualità degli insegnanti e all’ascolto, ha spiegato Ughi: “Bisogna però vedere chi insegna perché la musica è un’arma a doppio taglio, se insegnata bene è formativa, se è insegnata male è invece distruttiva”.

Poi ha aggiunto: “È importante dare alle nuove generazioni la possibilità di conoscere il patrimonio artistico musicale italiano: come accade per tutta le forme artistiche, anche ascoltando i grandi autori a scuola si dà un’impronta di gusto, eleganza e sensibilità indelebile per la propria vita”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur