Gli Uffici Scolastici non possono disporre la chiusura tra due giorni festivi

di Lalla

red – E’ quanto ha ricordato al Ministero agli Uffici Scolastici regionali e provinciali che avevano diposto la chiusura per la giornata del 2 maggio (come già accaduto per altre giornate). La chiusura di pubblici uffici deve considerarsi una misura eccezionale, adottata solo dagli organi preposti (Prefetto, Sindaco).

red – E’ quanto ha ricordato al Ministero agli Uffici Scolastici regionali e provinciali che avevano diposto la chiusura per la giornata del 2 maggio (come già accaduto per altre giornate). La chiusura di pubblici uffici deve considerarsi una misura eccezionale, adottata solo dagli organi preposti (Prefetto, Sindaco).

Nei giorni scorsi avevamo segnalato che molti Uffici Scolastici avevano annullato la chiusura disposta per il 2 maggio 2014, giornata a cavallo tra la festività del 1° maggio il sabato, giornata di ordinaria chiusura delle sedi.

Seguici su Facebook, news in tempo reale

L’annullamento della disposizione è derivata da una circolare del Dipartimento per la Programmazione e la gestione delle Risorse Umane, Finanziarie e strumentali del Ministero che rammenta che la chiusura degli uffici pubblici deve considerarsi una disposizione di carattere eccezionale, che può essere adottata soltanto dagli organi tassativamente individuati per legge (Prefetto, Sindaco), al ricorrere di particolari circostanze.

Le ipotesi di chiusura disposte da titolari di uffici amministrativi non possono essere accettate, neanche se astrattamente ricondotte a finalità di contenimento della spesa.

La nota

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione