UE sui PON. Compensi solo se verbali sono in ordine

di Giulia Boffa
ipsef

La Commissione Europea ha richiamato le scuole ad una più corretta gestione dei registri e dei verbali delle attività svolte nei progetti PON.

La Commissione Europea ha richiamato le scuole ad una più corretta gestione dei registri e dei verbali delle attività svolte nei progetti PON.

Il MIUR ha riportato il richiamo in una nota inviata agli Uffici scolastici regionali e alle scuole di Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, che sono state finora le sole beneficiarie della programmazione dei Fondi strutturali Ue.

La nota spiega che i servizi di controllo di Bruxelles raccomandano alle scuole una maggiore attenzione alla tenuta dei registri delle firme e delle presenze di ogni collaboratore di progetti che riceve compenso; in particolare siano registrate le firme del responsabile di progetto e quelle di tutte le altre figure coinvolte di volta in vola nelle diverse riunioni di progetto.
Prima di procedere a qualsiasi rimborso per le prestazioni effettuate, quindi, le scuole – dice il Miur – dovranno verificare la presenza delle firme di tutti i partecipanti presenti agli incontri di Gop,il Gruppo operativo di Piano.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione