UE: “Fornire ai giovani competenze per il lavoro è la nostra priorità”

di Giulia Boffa
ipsef

Commissione Europea –  “La nostra priorità è dotare i giovani delle competenze di cui hanno bisogno per migliorare le attitudini all’impiego. E la fonte di queste competenze risiede nell’educazione sotto tutte le sue forme”: Androulla Vassiliou, commissaria Ue per cultura, istruzione e giovani, chiarisce i termini con i quali il Consiglio dei ministri Ue del 16 e 17 maggio dovrà affrontare alcuni temi riguardanti il mondo dei giovani, dell’istruzione e dello sport in Europa.

Commissione Europea –  “La nostra priorità è dotare i giovani delle competenze di cui hanno bisogno per migliorare le attitudini all’impiego. E la fonte di queste competenze risiede nell’educazione sotto tutte le sue forme”: Androulla Vassiliou, commissaria Ue per cultura, istruzione e giovani, chiarisce i termini con i quali il Consiglio dei ministri Ue del 16 e 17 maggio dovrà affrontare alcuni temi riguardanti il mondo dei giovani, dell’istruzione e dello sport in Europa.

Vassiliou ricorda che l’Ue stanzia fondi, direttamente gestiti dagli Stati membri, per la formazione e l’istruzione professionale e cita il programma “Erasmus per tutti” che dal 2014 raccoglierà i diversi programmi per la formazione delle competenze. Il 16 maggio il Consiglio Ue dovrà adottare alcune conclusioni sulla “dimensione sociale dell’insegnamento superiore”, con una raccomandazione intesa a garantire “che gli Stati Ue adottino misure affinché ogni persona possa intraprendere studi universitari, indipendentemente dal gruppo sociale di appartenenza”.

Il Consiglio si concentrerà poi sulle azioni per contrastare la diffusione del doping nelle attività sportive: per questo sarà presente a Bruxelles Travis Tygard, direttore dell’agenzia statunitense anti-doping. La giornata del 17 sarà maggiormente dedicata alle misure a favore della cultura e, in particolare, dell’audiovisivo.

Versione stampabile
anief
soloformazione