La UE finanzia anche per il 2013 i progetti Erasmus e Comenius

WhatsApp
Telegram

Red – Sono stati finanziati con 1.276 milioni di euro per il 2013 dal governo europeo i 4 programmi legati all’apprendimento permanente o Lifelong Learning Programme (LLP), rassicurando così quanti temevano che tali progetti non avrebbero avuto più nessuna copertura finaziaria, visto lo stato di crisi di tutti i budget UE . Diamo qualche accenno sulle finalità e gli obiettivi di questi progetti.

Red – Sono stati finanziati con 1.276 milioni di euro per il 2013 dal governo europeo i 4 programmi legati all’apprendimento permanente o Lifelong Learning Programme (LLP), rassicurando così quanti temevano che tali progetti non avrebbero avuto più nessuna copertura finaziaria, visto lo stato di crisi di tutti i budget UE . Diamo qualche accenno sulle finalità e gli obiettivi di questi progetti.

Il Programma d’azione comunitaria nel campo dell’apprendimento permanente, o Lifelong Learning Programme (LLP), è stato istituito con decisione del Parlamento europeo e del Consiglio il 15 novembre 2006 (vedi GU L327), e riunisce al suo interno tutte le iniziative di cooperazione europea nell’ambito dell’istruzione e della formazione dal 2007 al 2013. Ha sostituito, integrandoli in un unico programma, i precedenti Socrates e Leonardo, attivi dal 1995 al 2006.
 
Il suo obiettivo generale è contribuire, attraverso l’apprendimento permanente, allo sviluppo della Comunità quale società avanzata basata sulla conoscenza, con uno sviluppo economico sostenibile, nuovi e migliori posti di lavoro e una maggiore coesione sociale, garantendo nel contempo una valida tutela dell’ambiente per le generazioni future (Strategia di Lisbona).
 
In particolare si propone di promuovere, all’interno della Comunità, gli scambi, la cooperazione e la mobilità tra i sistemi d’istruzione e formazione in modo che essi diventino un punto di riferimento di qualità a livello mondiale.
 
Il Programma di apprendimento permanente rafforza e integra le azioni condotte dagli Stati membri, pur mantenendo inalterata la responsabilità affidata ad ognuno di essi riguardo al contenuto dei sistemi di istruzione e formazione e rispettando la loro diversità culturale e linguistica.
I fondamenti giuridici si ritrovano negli art. 149 e 150 del Trattato dell’Unione dove si afferma che "La Comunità contribuisce allo sviluppo di un’istruzione di qualità incentivando la cooperazione tra Stati membri e, se necessario, sostenendo ed integrando la loro azione…" (art. 149) e che "La Comunità attua una politica di formazione professionale che rafforza ed integra le azioni degli Stati membri…" (art. 150).
 
La struttura si presenta come un insieme composto da:
4 Programmi settoriali (o sotto-programmi) che mantengono i nomi delle precedenti azioni dei programmi Socrates e Leonardo, un Programma Trasversale teso ad assicurare il coordinamento tra i diversi settori, e il Programma Jean Monnet, per sostenere l’insegnamento, la ricerca e la riflessione nel campo dell’integrazione europea e le istituzioni europee chiave.
 
Il programma settoriale Comenius riguarda tutto l’arco dell’istruzione scolastica, dalla scuola dell’infanzia fino al termine degli studi secondari superiori: risponde alle esigenze didattiche e di apprendimento di tutte le persone, gli istituti e le organizzazioni coinvolte in questo tipo di istruzione.
Obiettivi specifici
 
– Sviluppare la conoscenza e la comprensione della diversità culturale e linguistica europea e del suo valore
– Aiutare i giovani ad acquisire le competenze di base necessarie per la vita e le competenze necessarie ai fini dello sviluppo personale, dell’occupazione e della cittadinanza europea attiva.
 
Il Programma settoriale Erasmus risponde alle esigenze didattiche e di apprendimento di tutte le persone coinvolte nell’istruzione superiore di tipo formale e nell’istruzione e formazione professionali di terzo livello, nonché degli istituti e delle organizzazioni che sono preposti a questo tipo di istruzione e formazione o lo agevolano nei Paesi partecipanti.
 
Obiettivi specifici
 
    sostenere la realizzazione di uno spazio europeo dell’istruzione superiore
    rafforzare il contributo fornito dall’istruzione superiore e dall’istruzione professionale avanzata al processo di innovazione 
 
Il Programma settoriale Leonardo da Vinci risponde alle esigenze didattiche e di apprendimento di tutte le persone coinvolte nell’istruzione e formazione professionali, nonché degli istituti e delle organizzazioni del settore.
 
Obiettivi specifici
 
– Sostenere coloro che partecipano ad attività di formazione e formazione continua nell’acquisizione e utilizzo di conoscenze, competenze e qualifiche per facilitare lo sviluppo personale, l’occupabilità e la partecipazione al mercato del lavoro europeo
    sostenere il miglioramento della qualità e dell’innovazione nei sistemi, negli istituti e nelle prassi di istruzione e formazione professionale
    incrementare l’attrattiva dell’istruzione e della formazione professionale e della mobilità per datori di lavoro e singoli ed agevolare la mobilità delle persone in formazione che lavorano
 
Il programma settoriale Grundtvig risponde alle esigenze didattiche e di apprendimento delle persone coinvolte in ogni forma di istruzione degli adulti, nonchè degli istituti e delle organizzazioni che sono preposti a questo tipo di istruzione o lo agevolano.
 
Obiettivi specifici 
 
– Rispondere alla sfida educativa posta dall’invecchiamento della popolazione europea
 
– Fornire agli adulti percorsi nuovi volti al miglioramento delle loro conoscenze e competenze

WhatsApp
Telegram

A luglio, in tutta Italia, partecipa ai nuovi “Workshop formativi: pensare da dirigente scolastico” organizzati da Eurosofia