UDS: 100 scuole in agitazione con assemblee straordinarie, autogestioni, occupazioni

di Lalla
ipsef

Unione degli Studenti – Sono oltre 100 le scuole in agitazione in questi giorni. Dopo la mobilitazione nazionale dell’8 ottobre in cui 300 000 studenti hanno dato vita a 90 cortei in tutt’Italia, ed il 16 ottobre dove gli studenti hanno partecipato al corteo Fiom, non si ferma la protesta nelle scuole. Assemblee straordinarie, periodi di didattica alternativa, autogestioni animano la protesta studentesca.

Unione degli Studenti – Sono oltre 100 le scuole in agitazione in questi giorni. Dopo la mobilitazione nazionale dell’8 ottobre in cui 300 000 studenti hanno dato vita a 90 cortei in tutt’Italia, ed il 16 ottobre dove gli studenti hanno partecipato al corteo Fiom, non si ferma la protesta nelle scuole. Assemblee straordinarie, periodi di didattica alternativa, autogestioni animano la protesta studentesca.

Solo in Campania sono 40 le scuole in agitazione, 30 in Toscana, 20 in Calabria e a macchia d’olio l’agitazione studentesca si sta spandendo in tutte le regioni. Sono vari anche i casi di occupazione a Firenze, Cosenza, Messina, Milano.

Chiediamo il ritiro dei provvedimenti repressivi come il voto di condotta utilizzato come arma di ricatto contro le proteste studentesche, ma soprattutto vogliamo un modello radicalmente alternativo di scuola che già stiamo praticando dal basso nelle scuole in mobilitazione e che rivendichiamo in maniera organica nel progetto di AltraRiforma

L’Altrariforma è già stata presentata al Ministro Gelmini durante il forum nazionale delle associazioni studentesche maggiormente rappresentative a fine settembre, ma non abbiamo avuto alcuna risposta.

Chiediamo investimenti per l’edilizia scolastica, una legge nazionale sul diritto allo studio, innovazione nei metodi didattici, maggiore democrazia e partecipazione nei processi decisionali nelle scuole.

Per dare ancora una volta voce alla protesta che sta vivendo nelle scuole, scenderemo in piazza nelle principali città il 29 ottobre. Organizzeremo cortei a Roma, Firenze, Torino, Milano, Palermo, Bologna, Bari e saremo a Napoli il 30 ottobre per la manifestazione nazionale promossa dai precari della scuola.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione