Udir: eliminare il fenomeno delle reggenze con i vincitori del concorso DS

Stampa

Comunicato UDIR – Come riporta Tutto Scuola, l’anno prossimo, tra le 8.094 istituzioni scolastiche previste in organico, ce ne saranno ancora quasi 500 da affidare in reggenza.

Infatti, “oltre a quelle da coprire con reggenza per sostituire il titolare destinato per incarico ad altri compiti istituzionali (mandato amministrativo o parlamentare, distacco sindacale o incarico presso istituzioni diverse), ci sono ben 364 istituzioni scolastiche prive di titolare per legge”. Si tratta delle istituzioni sottodimensionate, “per le quali il ministro Tremonti nel Governo Berlusconi, attraverso la legge n. 111/2011, fece varare una norma di razionalizzazione del sistema scolastico che prevedeva (e tuttora prevede) che Alle istituzioni scolastiche autonome costituite con un numero di alunni inferiore a 500 unità, ridotto fino a 300 per le istituzioni site nelle piccole isole, nei comuni montani, nelle aree geografiche caratterizzate da specificità linguistiche, non possono essere assegnati dirigenti scolastici con incarico a tempo indeterminato. Le stesse sono conferite in reggenza a dirigenti scolastici con incarico su altre istituzioni scolastiche autonome”. È semplice comprendere che “certamente costa molto meno corrispondere un’indennità di reggenza che uno stipendio di un dirigente scolastico”.

Il parere del sindacato

Il sindacato Udir si è spesso occupato della faccenda, affermando come si tratti di un fenomeno largamente diffuso che non fa che acuire la difficoltà delle molte mansioni dei DS, poiché peggiora le condizioni lavorative in cui essi devono operare. Bisogna dunque ripristinare gli organici tagliati dalla legge 133 del 2008.

Il commento del presidente Udir Marcello Pacifico

Marcello Pacifico, presidente nazionale Udir, dichiara che il sindacato “vuole tutti i posti in organico: basta con le reggente, ci sono i vincitori del nuovo concorso per legge. Invitiamo anzi i ds neoimmessi a prendere parte alla prima Scuola Estiva “Governare la scuola: il mio primo mese da dirigente” da noi promossa, in collaborazione con Eurosofia”.

Adesioni alla Scuola Estiva

È ancora possibile inviare la scheda di partecipazione; al seguente link si può visionare il programma. Per partecipare bisogna inviare la scheda all’indirizzo e-mail [email protected]; si ricorda che la scuola è gratuita e che per avere maggiori informazioni basta chiederle via e-mail, oppure contattare la segreteria al numero 091 7098362. On line il primo spot dell’importante evento.

Stampa