Ucraina, Floridia: “Diritto all’istruzione pilastro dell’accoglienza. In arrivo nuova nota con altre indicazioni”

WhatsApp
Telegram

“Garantire il diritto all’istruzione deve essere uno dei pilastri più solidi di tutta la strategia dell’accoglienza. Le scuole italiane stanno già accogliendo i primi bambini e ragazzi ucraini fuggiti dalla guerra per consentire loro di riprendere il percorso educativo e formativo. Si cercherà di mantenerli vicini ai luoghi di prima accoglienza e di salvaguardare le reti di relazioni tra i nuclei familiari e favorire i rapporti con le comunità ucraine presenti nel territorio italiano”.

Barbara Floridia, sottosegretaria all’Istruzione, spiega all’Adnkronos le modalità di accoglienza dei bimbi ucraini nel sistema scolastico italiano e comunica: “A breve emaneremo una nuova nota (dopo quella Versari del 4 marzo – ndr) per fornire alle istituzioni scolastiche ulteriori indicazioni, suggerimenti, supporti specifici”.

Il Ministero – ricorda – ha già attivato un primo intervento: un milione di euro per offrire mediazione linguistica e culturale e per le necessità legate all’accoglienza e all’alfabetizzazione. I fondi saranno ripartiti tra gli Uffici scolastici regionali che li destineranno alle istituzioni scolastiche coinvolte. Inoltre, sono in arrivo i fondi per il sostegno psicologico che consentirà di aiutare sia i bambini che le loro famiglie”.

Non lasceremo sole le scuole, è fondamentale che il personale scolastico sia supportato da mediatori per facilitare la comunicazione e lo sviluppo delle relazioni interpersonali. Le nostre scuole hanno una solida tradizione di inclusione e sono certa – conclude – che anche in questa circostanza sapranno accogliere e sostenere i bambini e i ragazzi ucraini utilizzando al meglio le risorse interne e facendo rete con tutte le agenzie presenti nel territorio“.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur