UCIIM: ok a formazione obbligatoria docenti, ma servono regole dall’alto

"Ci voleva un tipo di formazione obbligatoria, occorrono tuttavia dei parametri oggettivi e scientificamente fondati altrimenti è troppo generica."

"Ci voleva un tipo di formazione obbligatoria, occorrono tuttavia dei parametri oggettivi e scientificamente fondati altrimenti è troppo generica."

 

Ad affermarlo il presidente nazionale Uciim, Rosalba Candela, durante un convegno sulla formazione nella 'Buona Scuola' svoltosi ieri a Bologna.

 

"Siamo contenti che sia stata affidata anche a associazioni qualificate e accreditate come l'Uciim, così – ha aggiunto – da poter dare con la nostra esperienza una buona formazione, che deve tener presente gli errori del passato. Diamo quindi delle direttive precise e istruiamo le scuole sul come devono muoversi".

 

"Il sistema si sta preparando e la formazione diventa essenziale, non essendo più facoltativa ma per legge obbligatoria – ha spiegato Lucrezia Stellacci, già Capo Dipartimento del Miur – permanente e strutturale. È partito il sistema di valutazione e nei criteri generali c'è la formazione, visto che gli obiettivi di miglioramento di una scuola sono collegati direttamente alle competenze dei docenti". 

Preparazione concorsi, TFA e punteggio in graduatoria con CFIScuola!