Tutti in gita tranne i ragazzi indisciplinati. La preside: “Segnale chiaro, agli studenti manca educazione di base”

WhatsApp
Telegram

Pugno di ferro contro i ragazzi indisciplinati in una scuola media di Lecce. Fa discutere la decisione di un dirigente scolastico di escludere dalla gita sei alunni frequentanti la seconda classe della scuola media perché ritenuti “troppo indisciplinati”

“Nessuna discriminazione, ma un tentativo di educarli”, sostiene la preside dell’istituto.

“Non abbiamo fatto altro che applicare il regolamento di disciplina della scuola, peraltro più morbido rispetto ad altri, dove a fronte di determinati comportamenti sono stabilite determinate sanzioni. In altri istituti – continua la preside – l’esclusione da determinate attività avvengono anche per comportamenti meno gravi”.

“Abbiamo voluto dare loro un segnale per le continue e reiterate parole poco gentili ed educate riservate a compagni e adulti – prosegue – ma anche per il fatto che non facessero i compiti, non portassero a scuola il materiale didattico e insultassero ripetutamente gli altri ragazzini”.

“Ciò che manca a questi studenti è un’educazione di base, dovuta al fatto che i genitori – qualunque sia la loro estrazione sociale – pur consapevoli dei comportamenti dei loro figli, siano ormai diffusamente incapaci di dire “no”, di rappresentare quell’ostacolo naturale a certi atteggiamenti e modi di fare. Ed è un fatto gravissimo, perché ogni genitore dovrebbe rappresentare per ogni bambino la bussola per orientarsi nel mondo”.

Nessun episodio di bullismo, ma soltanto inciviltà: “La nostra speranza è che questa “punizione” possa far venire in loro il dubbio che qualcosa l’abbiano sbagliata”.

WhatsApp
Telegram

TFA SOSTEGNO VIII CICLO: Scegli il corso di preparazione di Eurosofia a cura del Prof. Ciracì e dell’Avv. Walter Miceli che prepara a tutte le prove