Tutor progetto Sport di classe, entro il 30 aprile possono richiedere indennità 600 euro per il mese di marzo

L’indennità spetta ai collaboratori sportivi (atleti, tecnici, addetti amministrativi-gestionali etc.) che abbiano un rapporto con Federazioni Sportive Nazionali, Enti di Promozione Sportiva, Discipline Sportive Associate riconosciuti dal CONI, nonché con Società e Associazioni Sportive Dilettantistiche iscritte al Registro del CONI alla data del 17 marzo 2020 con rapporto di collaborazione attivo al 23 febbraio 2020 ed in corso di validità al 17 marzo 2020.

Non possono chiedere l’indennità i titolari di Partita Iva, le persone iscritte alla Gestione Separata dell’INPS, i pensionati, coloro che hanno percepito il Reddito di Cittadinanza e tutti coloro che hanno altri redditi da lavoro, poiché ricadono nelle altre forme di sostegno previste.

L’indennità non è cumulabile con altre prestazioni e indennità previste dal Decreto Legge Cura Italia.

La domanda può essere presentata soltanto dal collaboratore sportivo attraverso la piattaforma informatica  attiva dalle ore 14:00 di martedì 7 aprile sul sito di Sport e Salute www.sportesalute.eu fino al 30 aprile.

Nelle FAQ specifiche leggiamo che  anche i tutor del Progetto Sport di Classe possono presentare domanda come gli altri e, ove ricorrano tutti i requisiti, l’indennità prevista dal Decreto Legge sarà sostitutiva del corrispettivo previsto dal contratto per il mese di marzo.

Naturalmente consigliamo di leggere tutti i requisiti previsti prima di inoltrare la domanda.

Le FAQ

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia