Tutor facilitatore per scuola – lavoro, il MIUR prenda i docenti di Diritto ed Economia

WhatsApp
Telegram

“NON CI POSSO CREDERE!”

Questo il commento dei Responsabili di APIDGE, l’Associazione Professionale degli Insegnanti di Discipline Giuridiche ed Economiche che da tempo sta tentando di riportare più di cinquemila docenti di Diritto e di Economia Politica, regolarmente assunti e stipendiati, nel posto che a loro compete per titoli culturali e professionali, cioè la cattedra di insegnanti.

 

Insegnanti di ruolo nelle nostre scuole che si lamentano che ad occuparsi di diritti e di tematiche economiche e finanziarie da anni vengono utilizzati – a vario titolo – centinaia e centinaia di soggetti esterni all’Amministrazione: una pratica didattica che, oltre che ad essere esercitata al di fuori dalle regole del pubblico impiego, spesso appesantisce l’ordinaria attività delle scuole e comporta anche oneri a carico dello Stato.

Questa volta tuttavia i docenti di Diritto e di Economia politica non riescono davvero a credere che quanto riportato ieri da “Orizzonte Scuola” e da altre agenzie di stampa possa corrispondere al vero.

Dunque, cinquemilaquattrocento tutor verrebbero assunti da ANPAL, l’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro per entrare in servizio nelle scuole, con l’obiettivo di “facilitare” i percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro che queste sono tenute a svolgere negli ultimi anni delle Secondarie superiori : il MIUR, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, invece, li accoglierà tra le mura scolastiche attribuendo loro la qualifica di “tutor”, figura professionale caratterizzata da compiti e ruoli distinti dall’insegnamento. Il bando di selezione – dicono – è quasi pronto, ma intanto già duecentoquindici tutor, entro tre mesi, inizierà a lavorare in altrettanti istituti scolastici dello Stato.

Ma se invece di istituire una figura atipica nel panorama scolastico, venissero invece utilizzati nelle stesse scuole, come docenti in compresenza, quei cinquemila e più insegnanti abilitati all’insegnamento del Diritto e dell’Economia Politica, che sicuramente possiedono le basi cognitive e le competenze didattiche in tema di Lavoro e stanno inutilmente chiedendo di poter essere utilizzati ad insegnare.

 Ezio Sina, Presidente Nazionale Apidge

Scuola-lavoro. Un tutor in ogni scuola per facilitare l’occupazione giovanile

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario infanzia e primaria incontri Zoom di supporto al superamento della prova scritta. Affidati ad Eurosofia