Tutele Inail estese ai docenti: godranno degli stessi diritti per infortuni sul lavoro e malattie professionali come gli altri dipendenti

WhatsApp
Telegram

In arrivo il via libera da parte del Consiglio dei Ministri al decreto Lavoro che prevede due interventi sulla sicurezza di docenti e studenti.

Con una norma, il governo conferma l’impegno preso in precedenza e crea un fondo per l’indennizzo in caso di infortunio mortale durante le attività formative. Il ministro del Lavoro ha annunciato che la dotazione finanziaria del fondo per il 2023 sarà di 10 milioni per rispondere alle richieste relative agli eventi verificatisi dal 1° gennaio 2018, data di entrata in vigore della disciplina che regola l’alternanza scuola-lavoro. Due milioni saranno destinati al fondo per ciascun anno a partire dal 2024.

Gli studenti di ogni ordine e grado, anche privati, compresi quelli impegnati in percorsi di istruzione e formazione professionale e universitari, saranno coperti dalla tutela.

Secondo la bozza di relazione tecnica, segnala il Sole 24 Ore, nel 2021 ci sono state 256 denunce di infortuni di studenti impegnati in percorsi di scuola-lavoro, che sono saliti a 2.103 nel 2022. Purtroppo, ci sono stati 1 caso mortale nel 2021 e 2 nel 2022. L’indennizzo alle famiglie potrà essere cumulato con l’assegno una tantum corrisposto dall’Inail per gli assicurati.

Con una seconda norma, si amplia la tutela infortunistica degli studenti e non solo. La normativa attuale limita la tutela solo alle figure che “partecipano a esperienze tecnico-scientifiche o esercitazioni pratiche o che svolgono esercitazioni di lavoro”, mentre per i docenti sono stati fatti dei passi avanti per la tutela contro tutti i rischi lavorativi, compreso l’infortunio in itinere.  La norma chiarisce la portata della tutela assicurativa Inail nella scuola, per gli studenti la copertura scatterà per tutti gli eventi verificatisi all’interno dei luoghi di istruzione e loro pertinenze o nell’ambito delle attività programmate dalle scuole, con esclusione degli infortuni in itinere.

Per i docenti, invece, si chiarisce definitivamente la portata della tutela assicurativa Inail. Gli insegnanti godranno della stessa tutela contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali garantita al resto dei lavoratori dipendenti, compreso l’infortunio in itinere. La bozza di relazione tecnica stima un numero di assicurati di circa 10 milioni, tra alunni e docenti.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri