Tutelare i precari di terza fascia. Lettera

ex

Inviato da Emilio Cavallaro – Apprendiamo con grande dispiacere che la ministra non intende riconfermare i precari nelle stesse scuole per l’anno 2020/2021.

Secondo la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina non si può “pensare di confermare tutti sui posti occupati nel corso di quest’anno. Questa ipotesi, infatti, non tiene conto minimamente del naturale svolgimento delle operazioni di mobilità, delle utilizzazioni, delle assegnazioni provvisorie e, in primo luogo, degli organici delle singole scuole, correlati al numero di iscrizioni degli alunni”.

Ma di cosa sta parlando la ministra? I precari specialmente quelli di terza fascia che hanno a che vedere con la mobilità e con le assegnazioni provvisorie?

Poi se è stato detto che saranno riconfermati gli stessi organici che scuse sono queste? Facciamo il punto della situazione i docenti anche se a settembre s’inizierà con la didattica a distanza saranno comunque convocati e i collaboratori scolastici di terza fascia invece se i plessi restano chiusi non saranno convocati (così potete risparmiare a nostro discapito) ecco perché è importante riconfermare tutti i precari quelli delle fasce più deboli per il prossimo anno scolastico.

Ministra, si ricordi che noi precari tra docenti e personale ATA siamo intorno ai 250 mila e alle prossime elezioni ci ricorderemo di questa sua scelta a discapito di tutto il M5S, buona riflessione!!

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia