Turi (Uil): la libertà di insegnamento è elemento costitutivo della nostra tradizione scolastica

Stampa

Comunicato Uil – La vicenda della professoressa Dell’Aria arriva a positiva conclusione. Il suo caso non doveva verificarsi, meno che mai ripetersi.

Il caso della professoressa di Palermo vede in queste ore una positiva soluzione. La questione della libertà di insegnamento resta il punto fondamentale a cui va data una risposta – osserva il segretario generale della Uil Scuola, Pino Turi.

Non si può aspettare che un giudice lo riconosca, a posteriori, con tutto ciò che è costato alla professoressa in termini di immagine, di dignità professionale, spese legali, dopo un provvedimento disciplinare di sospensione di 15 giorni e la riduzione dello stipendio.

La deriva autoritaria e aziendalista introdotta dai modelli neo liberisti imperanti, va arginata dando attuazione al dettato costituzionale.
Vanno ripristinate con urgenza le sedi di garanzia di libertà di pensiero e che sono state smantellate in nome di un efficientismo di maniera.

La libertà di insegnamento rappresenta l’elemento costitutivo della nostra tradizione scolastica – precisa Turi – nata dalle ceneri del fascismo e che ha assicurato democrazia e partecipazione al paese.

La vicenda della professoressa Dell’Aria, ci aveva molto preoccupato fin dall’inizio. Il suo caso non doveva verificarsi, meno che mai ripetersi.

Eravamo convinti, e lo siamo ancora – sottolinea Turi – di essere fortunati ad avere una scuola nazionale che dovrebbe consentire a tutti gli insegnanti, come previsto dalla Costituzione, di esercitare le loro prerogative.
Avevamo una preoccupazione, e la abbiamo ancora: che cosa potrebbe accadrebbe se l’istruzione fosse in mano a questo o quel Governatore regionale.

Purtroppo ciò che temevamo è anche accaduto: siamo finiti per le vicende del coronavirus proprio nelle mani di più di un Presidente di regione ed abbiamo visto i disastri provocati.
E’ il momento di agire e rivendicare sedi di garanzia della libertà di insegnamento che evitino il condizionamento di un insegnamento/apprendimento omologato e gerarchizzato.

Sanzione annullata per la prof Dell’Aria che aveva criticato Salvini: restituito anche lo stipendio

Stampa

Tfa sostegno VI ciclo: cosa studiare? Parliamone con gli esperti il 29 luglio