Turi (Uil): domani pronti a ritirare firma Protocollo. Tamponi gratuiti erano previsti per tutti, il Ministro ha inserito procedura che non esiste

Stampa

“Se domani rileveremo che mancano le condizioni per aprire le scuole in sicurezza e presenza, ci riserviamo di ritirare la firma dal Protocollo. Il ministro Bianchi “attaccato di ‘sì vax’ ha unilateralmente inserito una procedura che non esiste. Il tampone gratuito era previsto per tutti, non solo per i fragili”.

Lo dice all’Adnkronos Pino Turi, segretario nazionale di Uil scuola, in vista dell’incontro di domattina alle 9.30 tra sindacati e ministero dell’Istruzione.

“Condizione preliminare – aggiunge -alla nostra sottoscrizione dell’accordo era il rilascio da parte del Ministero di numeri, dati certi sui vaccinati nel mondo della scuola che sono indispensabili in un protocollo serio. Ma ad oggi non li abbiamo perché probabilmente non li hanno e continuiamo a viaggiare al buio”.

“L’assenza di una legge che rende la vaccinazione obbligatoria è una mancata assunzione di responsabilità da parte del Governo. Invece assistiamo alla punizione di un gruppo e non altri attraverso le minacce di non pagamento dello stipendio e misure surretizie. Lo Stato – conclude – sta scaricando le proprie responsabilità ed incapacità governativa sui lavoratori. E questo non è ammissibile”.

Tamponi gratuiti ai docenti? Il Ministro sbatte la porta, solo per i fragili. Domani incontro con i sindacati

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione