Turi (Uil), confermiamo lo sciopero dell’8 giugno. Commissione non ha diritto di revocarlo

di redazione

item-thumbnail

“Continuano a circolare notizie false e tendenziose circa lo sciopero generale della scuola dell’8 giugno”. Lo afferma Pino Turi, segretario generale della Uil scuola

Turi sottolinea che “è pur vero che la Commissione di garanzia sul diritto di sciopero ha chiesto di revocarlo, ma la Commissione non ha potere di annullarlo direttamente. La sua funzione e di natura conciliativa e solo noi possiamo revocarlo”.

“Stiamo spiegando le nostre ragioni che ci consigliano – prosegue Turi – di mantenere lo sciopero per l’8 per consentire l’esercizio di un diritto costituzionale che non lede, nella contingenza attuale, nessuno dei diritti di studenti e famiglie: le scuole sono chiuse e non si capisce quale sia questa lezione, il diritto allo studio che non può certo essere messo in discussione da questo sciopero che confermiamo nei tempi e nei modi annunciati”.

Siamo certi che le nostre ragioni sono più solide di una procedura burocratica valida nella normalità. Altrettanto siamo certi – conclude Turi – che la questione sarà risolta tra le parti senza bisogno di portarla alla valutazione della Consulta”.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione