Turi: risorse per l’istruzione vanno inserite nelle spese per investimenti, extra vincoli di Bilancio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato Uil – Parole di indirizzo, quelle pronunciate oggi dal ministro Tria – commenta il segretario generale della Uil scuola, Pino Turi – che ci sentiamo di sostenere nel principio.

Due giorni fa la Corte dei Conti ha segnalato la necessità di investimenti nel settore dell’istruzione.

Oggi lo conferma il ministro dell’Economia. Noi lo sapevamo già – aggiunge Turi – per questo abbiamo lavorato con grande serietà per chiudere il contratto.

La proposta che vogliamo avanzare – sottolinea il segretario generale della Uil Scuola, Pino Turi – è di espungere dalle spese correnti le risorse da destinare al sistema nazionale di istruzione e di inserirle nei capitoli destinati agli investimenti. Una programmazione che superi i vincoli di bilancio interno da concordare con l’Europa.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione