Turchia, M5S: solidarietà a studenti e docenti

di redazione
ipsef

M5S – “Rispetto al drammatico avvitamento antidemocratico che sta vivendo la Turchia in questi giorni, il nostro pensiero va in particolare a insegnanti, comunità accademica e studentesca di quel Paese. 

M5S – “Rispetto al drammatico avvitamento antidemocratico che sta vivendo la Turchia in questi giorni, il nostro pensiero va in particolare a insegnanti, comunità accademica e studentesca di quel Paese. 

Al pari dell'Eua e della sua dichiarazione sottoscritta anche dalla Crui,condanniamo quella che è a tutti gli effetti una repressione che sfocia nell'epurazione: sono state chieste le dimissioni di 1577 rettori,  è stata revocata la licenza di insegnamento a 21mila docenti che lavorano in scuole private e  altri 15 mila sono stati sospesi. Tra l'altro, se venisse modificato lo statuto dei lavoratori come viene da più parti ipotizzato, quelle  sospensioni potrebbero diventare licenziamenti. A rischio ci sono le libertà di ricerca e di insegnamento e, dunque, quella di espressione.

Auspichiamo infine che al più presto giunga anche una forte presa di posizione anche da parte del Miur”. Così i parlamentari M5S in commissione Cultura.

ROMA, 22 luglio 2016

Area Comunicazione M5S Camera

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare