Tubercolosi, studente ricoverato in provincia di Udine. Controllo preventivo all’interno della scuola

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Si tratta di un caso isolato, ma lo studente risultato affetto da tubercolosi ha fatto subito scattare la profilassi all’interno della scuola per proteggere studenti e professori e scongiurare l’ipotesi del contagio.

È successo a Pasian di Prato, in provincia di Udine, dove, secondo quanto riferito dall’agenzia Ansa, uno studente dell’Enaip, un corso di formazione professionale, è risultato positivo alla Tbc.

Il test è stato condotto dall’azienda sanitaria universitaria integrata che ha subito lanciato l’allarme e richiesto il ricovero del ragazzo per sottoporlo alle cure necessarie. Secondo la prassi, ora si dovrà procedere con l’esame delle persone che sono state a stretto contatto con lo studente, anche se il contagio che avviene per via respiratoria è comunque molto basso.

Il primo controllo con prova tubercolinica da parte dell’azienda sanitaria è in calendario per il 10 aprile, mentre il secondo test sarà effettuato a fine maggio. Se anche la seconda prova darà esito negativo, l’infezione può essere scientificamente dichiarata nulla.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare