Troppo smog nell’aria, merenda in classe per 1.700 bambini

Meglio l’aria viziata della classe che quella piena di smog del cortile.

Meglio l’aria viziata della classe che quella piena di smog del cortile. Il dirigente scolastico di un istituto comprensivo di Treviso ha sospeso l’uscita in cortile dei bambini dell’infanzia per la ricreazione. Per i 1.700 bambini delle scuole che fanno parte dell’Istituto, la pausa per consumare la merenda sarà osservata restando in classe.

Secondo quanto riporta il sito La Repubblica, la decisione non è arrivata a sorpresa, ma è stata comunicata preventivamente con una circolare alle parti interessate: personale scolastico e genitori.

L’ho fatto con la testa ed il cuore del buon padre di famiglia – ha affermato il dirigente scolastico – con la persistenza dell’allerta rossa, in linea con l’ordinanza in cui viene suggerito di non effettuare attività sportive all’aria aperta, ho ritenuto in coscienza di non far uscire i ragazzi: è una forma di precauzione, a tutela della loro salute, un bene che va preservato. Non c’è nulla di trascendentale“.

La misura terminerà in base alla valutazione costante dei valori di inquinamento dell’aria (Pm10) diramati dall’Arpav .

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia