Troppi compiti a casa, la mamma tiktoker smentisce la querela: “Non è vero, non mi è arrivato nulla”

WhatsApp
Telegram

Emma Guiducci, la mamma originaria di Palermo, a seguito della pubblicazione di un video sulla piattaforma TikTok in cui ha espresso forti critiche nei confronti della categoria dei docenti, ha suscitato critiche da parte dei docenti che si sono sentiti offesi dalle parole del genitore.

Nel suo profilo TikTok, Emma Guiducci ha risposto alle notizie riguardanti una presunta querela intentata contro di lei da parte del gruppo Facebook “Professione Insegnante”.

Nel video, la madre si è scagliata contro i giornalisti e ha affermato di non aver ricevuto alcuna notifica di una querela. Guiducci ha dichiarato che, se la notizia fosse confermata, avrebbe proceduto a denunciare i giornalisti, dicendo: “Andrò in questura e vi denuncio, non potete scrivere notizie come se io fossi un delinquente. Sto provando sulla mia pelle cosa significa essere sottoposti a un’ondata mediatica”.

Inoltre, la donna ha invitato i suoi followers a inviarle screenshot delle testate giornalistiche e dei profili con commenti offensivi, al fine di poter procedere alla denuncia.

C’è da segnalare, che  Guiducci aveva già chiesto scusa per la sua reazione impulsiva, causata da fattori personali e dalla tensione del momento.

WhatsApp
Telegram

Storia di Giacomo Matteotti che sfidò il fascismo: una grande lezione di educazione civica per tutti. Webinar gratuito