“Troppe vacanze in estate, 3 mesi sono troppi”. Si riaccende il dibattito

WhatsApp
Telegram

Fra i vari temi legati alla campagna elettorale non c’è nessun partito che intenda mettere mano alla lunghezza dell’anno scolastico.  La solita polemica delle troppe vacanze nella scuola italiana si insinua a ridosso delle prossime elezioni.

In verità negli ultimi anni era stato Matteo Salvini, leader della Lega, a puntare sul tema delle vacanze estive e legarlo ad una rimodulazione dei cicli scolastici: “siamo gli unici ha detto Salviniad avere 3 mesi di vacanze estive e lo dico da papà, siamo gli unici che chiudiamo la saracinesca a metà giugno e la riaprono a m età settembre

Su La Stampa, il tema viene infatti riproposto: Roberta Villa, medico e direttrice di Uppa Magazine, in un editoriale critica l’eccessiva durata di questa pausa estiva: i genitori benestanti, spiega la dottoressa, possono mandare i propri figli in viaggio-studio o in un campus tra sport e cultura. Poi ci sono quelli che non se lo possono permettere, che li mandano qualche settimana in oratorio, dai nonni o dalla baby-sitter mentre lavorano. Ma tre mesi sono troppi da coprire e spesso «rinunciano a fare una parte o la totalitа delle vacanze insieme per alternarsi nella cura dei figli».

Per evitarlo, Villa propone di usare i fondi del Pnrr per rendere le scuole vivibili anche in estate: nuovi spazi di aggregazione, garantire ai ragazzi di essere seguiti ogni stagione da personale di diverso tipo e smaltire quei 90 giorni in brevi periodi di pausa durante l’anno.

La dottoressa fa leva anche sul rapporto europeo di Eurydice. Analizzando i dati dell’istruzione primaria di 42 Paesi dell’Unione si scopre che gli alunni danesi e italiani passano 200 giorni sui banchi.

L’Italia  detiene però anche il primato opposto: sono circa tredici le settimane di vacanze estive. Quasi la metа per i francesi, che ne hanno a disposizione otto contro i 160 passati a scuola. Gran Bretagna e Germania sono invece le “big” piщ stakanoviste: nella prima gli studenti si passano 190 giorni a lezioni e con un riposo di 45 giorni, nella seconda restano 195 giorni incollati sui testi contro appena cinque settimane in cui sono lontani dai libri.

Recentemente anche il cantautore Jovanotti si era lanciato in un commento sul tema: “L’estate è la vera grande invenzione dell’Italia! 3 mesi di vacanze da scuola non ce l’hanno nessuno nel mondo..”

La vicepreside del liceo artistico Boccioni di Milano sostiene la tesi delle troppe vacanze a scuola: “Le vacanze sono troppo lunghe – spiega – e gravano sulle famiglie. Noi abbiamo provato a lanciare diversi progetti per restare aperti anche a luglio, facendo non solo corsi di recupero per i debiti ma anche attivitа culturali e sportive“. Tuttavia,  l’iniziativa non и decollata: “Appena suona l’ultima campanella i ragazzi vogliono stare lontani dall’aula per tutta l’estate ovviamente. Però se riuscissimo a fare della scuola un polo aggregativo anche a luglio, potremmo cambiare il calendario“.

Siamo uno degli stati con piщ giorni di scuola – spiega Alessio Mariani, docente di Filosofia e storia al liceo Matilde di Canossa di Reggio Emilia e ben più noto sulla scena rap col nome di Murubutu. e il periodo di stacco и giusto che si concentri in estate, quando il clima in Italia non consente di rimanere in classe. Sarei d’accordo magari con l’iniziare il primo settembre, o prolungare i giorni sui banchi fino a metа giugno. Perт non и vero che i nostri alunni sono troppo vacanzieri“.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur