Reggenze, ANP ai presidi: niente auto privata e fatevi rimborsare

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Su 116 istituzioni scolastiche, a settembre saranno 55 quelle a reggenza, secondo la lista pubblicata ieri dal provveditorato veneto.

Sono 6 in più le reggenze rispetto allo scorso anno e i dirigenti sono arrabbiati, tanto che l’ANP ha proposto come forma di protesta di spostarsi con i mezzi pubblici da una scuola all’altra, usando non la propria auto, ma i mezzi pubblici, facendosi così pagare le trasferte e conteggiando il tempo del viaggio come orario di servizio.

“Questa condizione di reggenza continua sta mettendo in crisi gli istituti – commenta Doriano Zordan, segretario vicentino del sindacato Snals -. In ogni istituto ci sono moltissime cose da gestire a livello burocratico. E non è concepibile che i presidi non siano scelti valutando anche l’aspetto psicoattitudinale”.

Versione stampabile
anief
soloformazione