A Treviso i presidi vogliono poter licenziare gli insegnanti “incapaci”

WhatsApp
Telegram

La notizia, riportata dal Gazzettino.it ha sicuramente bisogno di un maggiore approfondimento, ma sicuramente va nel solco di quella "chiamata diretta" da più parti invocata come misura per rendere la scuola veramente meritocratica.

La notizia, riportata dal Gazzettino.it ha sicuramente bisogno di un maggiore approfondimento, ma sicuramente va nel solco di quella "chiamata diretta" da più parti invocata come misura per rendere la scuola veramente meritocratica.

La proposta arriva da un centinaio di Dirigenti Scolastici della provincia di Treviso, in un incontro con il nuovo Dirigente dell’Ufficio Scolastico del Veneto, Daniela Beltrame.

Ecco quanto riportato dalla testata giornalistica:

"Ci sono persone che vanno licenziate – hanno messo in chiaro alcuni prèsidi senza giri di parole e assicurando di interpretare un sentimento comune – . È vero che bisogna puntare molto sulla scuola ma servono mezzi adeguati ai fini che ci si propone. Non parliamo di soldi o del numero di docenti bensì della qualità del personale . A scuola siamo in tanti e, si sa, non possono mancare le mele marce se non altro per statistica. Chiediamo quindi l’appoggio degli uffici scolastici: chi dimostra di non poter far parte del sistema scuola deve poter essere espulso".

Segui su Facebook le news della scuola e partecipa alle conversazioni. Siamo in 145mila

Parole forti, che lasciano trasparire un disagio da parte dei Dirigenti nel riuscire ad indirizzare le risorse disponibili. Al momento non commentiamo oltre, la notizia ha bisogno di ulteriori approfondimenti per poter essere compresa nella sua complessità.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur