Trento, si va incontro alle famiglie: estensione calendario scolastico a luglio per infanzia. Domande entro 23 maggio. Delibera

Stampa

La provincia autonoma di Trento ha deliberato l’estensione del calendario scolastico di apertura dell’anno 2020-2021 per le scuole dell’infanzia provinciali ed equiparate e relative disposizioni organizzative. La modifica del calendario – si legge nel testo della delibera – è motivata dalle significative difficoltà che le famiglie hanno dovuto e stanno tutt’ora, su più fronti, affrontando a causa del perdurare della situazione epidemiologica da Covid-19.

A causa del perdurare dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 – si legge ancora – le famiglie sono state sottoposte
ad evidenti sforzi per conciliare le esigenze lavorative e quelle familiari e sono state anche significativamente coinvolte nell’ineludibile interruzione dei servizi scolastici a causa anche dei diversi quarantenamenti anche dei genitori che, nel corso dell’anno scolastico, si sono susseguiti.

Ciò ha impedito la frequenza in continuità della scuola, generando per i bambini una limitata continuità dei percorsi educativi e dei percorsi relazionali.

Pertanto la provincia propone di integrare il calendario scolastico delle scuole dell’infanzia per l’a.s. 2020/2021, già approvato con deliberazione della Giunta provinciale n. 958 di data 10 luglio 2020, offrendo alle famiglie interessate una durata prolungata del servizio scolastico avendo cura di presentare la domanda di conferma della frequenza alla scuola dell’infanzia: da lunedì 17 maggio (ore 8.30) a domenica 23 maggio (ore 20.00); la conferma di frequenza alle scuole dell’infanzia avviene per tutti solo on line attraverso l’accesso al portale provinciale dei servizi on line www.servizionline.provincia.tn.it.

Il numero minimo di iscritti per l’attivazione del servizio è di 5 bambini per le scuole monosezionali, 7 bambini per le altre scuole. Se il numero minimo di bambini non è raggiunto, il Servizio provinciale competente può valutare se consentire la frequenza nella scuola dell’infanzia più vicina, provinciale o equiparata.

Il servizio di prolungamento dell’orario (anticipo/posticipo) è attivato, senza ulteriori costi, solo:
○ per i bambini che ne hanno già fruito nel corso di questo anno scolastico 2020/2021 e ne richiedono la conferma di frequenza;
○ con la presenza di un numero minimo di iscritti: 5 bambini per le scuole monosezionali e 7 per le altre scuole;
○ nel limite massimo di 2 ore al giorno, nelle fasce orarie già richieste e attivate nell’anno scolastico 2020/2021 (nelle scuole dove è attivo l’anticipo, può essere erogata un’ora di anticipo e massimo un’ora di posticipo; nelle scuole dove l’anticipo
non è attivo, possono essere erogate massimo 2 ore di posticipo).

Delibera

Stampa

Concorso STEM. Minicorso di inglese e informatica, simulatori disciplinari consulenze Skype. Nuovi percorsi rapidi, mirati e intensivi