A Trento manifestazione dei precari contro il concorso primaria e infanzia, e trilinguismo

Stampa

Questa mattina a Trento sono scesi in piazza alcuni docenti di ogni ordine e grado, per una azione di protesta coordinata dal Sindacato Autonomo Trentino DELSA (Diritti Europei dei Lavoratori Sindacato Autonomo) e dal comitato dei maestri Diplomati Magistrali ante 2002.

Questa mattina a Trento sono scesi in piazza alcuni docenti di ogni ordine e grado, per una azione di protesta coordinata dal Sindacato Autonomo Trentino DELSA (Diritti Europei dei Lavoratori Sindacato Autonomo) e dal comitato dei maestri Diplomati Magistrali ante 2002.

Temi centrali della contestazione il nuovo CONCORSO indetto per le scuole primarie e materne trentine, la STABILIZZAZIONE del precariato storico trentino, la contrarietà alla creazione di una ulteriore QUARTA FASCIA per le graduatorie della primaria e le modalità impositive adottate dalla giunta in materia di TRILINGUISMO.

Presenti al corteo anche i consiglieri provinciali Claudio Civettini ( civica trentina) e Massimo Fasanelli ( gruppo misto) che già avevano sollevato più volte la questione precariato nell'ambito delle sedute del consiglio provinciale.

Soddisfazione nelle parole del Presidente di DELSA Mauro Pericolo : "Siamo nati solo un mese fa e già forti di quasi un centinaio di tessere, siamo oggi in corteo assieme ai docenti per esprimere convintamente tutto il nostro disappunto rispetto alle politiche in materia di istruzione della giunta Rossi". Prosegue poi:" non siamo contro il trilinguismo ma contro le modalità impositive adottate da questa amministrazione che continua ad escludere a priori il confronto con i docenti e si rifiuta di valorizzazione il precariato storico già presente nelle graduatorie".

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur