Tredicesime detassate ai redditi bassi: ecco il piano del governo Meloni per le buste paga a Natale

WhatsApp
Telegram

La possibità di una “strenna natalizia” per gli italiani potrebbe essere la detassazione della tredicesima. Tuttavia, la sua realizzazione dipende da come si svilupperà la ricerca di fondi per la legge di bilancio.

Il progetto iniziale prevedeva l’introduzione di questa detassazione attraverso i decreti attuativi della delega fiscale. Tuttavia, come riportato da La Repubblica, esiste una proposta di accelerare il processo attraverso un decreto collegato alla manovra finanziaria. Questo passo garantirebbe che i benefici della detassazione si riflettano sulle buste paga di dicembre.

Le proposte sono attualmente nelle mani del viceministro dell’Economia, Maurizio Leo, che insieme al Ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti, chiede cautela. Ci sono due ipotesi principali in discussione: la prima prevede una detassazione uniforme per i lavoratori con redditi medio-bassi, potenzialmente con una soglia di 35.000 euro. La seconda ipotesi prenderebbe in considerazione redditi leggermente superiori a questa soglia, ma garantirebbe che i benefici non siano ridotti per coloro al di sotto di essa.

Accanto a questa proposta, il governo sta anche considerando una rateizzazione del maxi-acconto di novembre, che si estenderebbe fino a giugno dell’anno successivo. Questo beneficerebbe potenzialmente 4,5 milioni tra lavoratori autonomi, dipendenti e pensionati..

Tuttavia, mentre l’urgente bisogno di fondi diventa sempre più palpabile, il governo è determinato a mantenere almeno alcune delle misure chiave. Ad esempio, i fringe benefit potrebbero raggiungere cifre fino a 3.000 euro per chi ha figli.

WhatsApp
Telegram

Concorso Dirigenti scolastici, preselettiva superata? Preparati per lo scritto